Bagels farciti

Queste ciambelle di pasta lievitata popolari a New York, sono buonissini farciti con salumi e del formaggio spalmabile e vi faranno fare un’ottima figura con i vostri invitati. Per chi non li conoscesse, i bagels possono ricordare i donuts, ma attenzione, non sono fritti! Vengono cucinati in due tempi: immersi rapidamente nell’acqua bollente e, in seguito, cotti nel forno.

Difficoltà: Intermedia

Tempo: 30'

Costo: Basso

- +
REGOLA LE DOSI
Ingredienti per 4 persone

Preparazione

  1. Per preparare i bagels unire le farine in una ciotola. Versare l'acqua tiepida a filo e impastare con le mani.

  2. Ottenuto un composto omogeneo aggiungere il sale. Quindi trasferire il composto su una spianatoia e lavorarlo per circa 5-6 minuti fino ad ottenere un impasto liscio ed omogeneo.

  3. Ricoprire le ciambelle con una ciotola e lasciare lievitare per circa 4 ore ad una temperatura di 28-30° (anche il forno spento con luce accesa andrà bene).

  4. Una volta che l'impasto sarà triplicato di volume intagliare dei dischi e bucarli al centro per ottenere una ciambella.

  5. Posizionarle su un foglio di carta forno e lasciate lievitare per altri 40-50 minuti sempre ad una temperatura di 28-30° o in forno spento solo con la luce accesa, fino a che non avranno raddoppiato di volume.

  6. Tuffare i singoli bagels in una pentola di acqua bollente con un cucchiaino di bicarbonato.

  7. Cuocerli circa 20 secondi per lato e scolarli con una schiumarola.

  8. Posizionarli su una teglia o leccarda, ricoprirli di sale grosso e semi misti e cuocere in forno statico preriscaldato a 220° per 30 minuti. Servirli tiepidi e farciti con lo speck Alto Adige IGP.

Il consiglio dello Chef

Il trucco per avere dei bagels fragranti per 1-2 giorni è conservarli in un sacchetto di carta, oppure congelarli negli appositi sacchetti una volta cotti e fatti raffreddare completamente. In entrambi i casi prima di servirli è bene ripassarli in forno”

Quando devono riposare, se volete evitare la pellicola, potete mettere l'impasto su un tagliere e coprire con una ciotola ampia in modo che rimanga ben coperto e non entri in contatto con l'aria. L’aria infatti andrebbe a creare una crosticina sulla superficie, rendendo più difficile la lievitazione.